Qual è il miglior ricordo che avete di un viaggio?

Ciao a tutti!

Volevo farvi una domandavintage travel collage background molto semplice per condividere le vostre emozioni.

Qual è stato il viaggio che vi è rimasto nel cuore?

Magari con l’amica/o, il/la proprio/a ragazzo/a, la famiglia o gli amici di sempre…

Se non sono troppo invadente mi piacerebbe sapere il perchè vi è rimasto nel cuore…

Inizio io… Il mio primo viaggio a Barcelona, mi sono innamorato da subito di questa città magica che non dorme mai, della perfetta combinazione tra città di mare e poco distante dalle montagne. Mi sono innamorato delle persone, non solo dei catalani, ma delle persone di tutto il mondo. Mi sono innamorato del clima, mai gelido e neanche torrido, della spontaneità e semplicità della gente ma soprattutto della gentilezza delle persone.

Aspetto vostri commenti! 🙂

Viaggiare in auto: ecco alcuni consigli utili!

Quanti di voi si sono immaginati di salire a bordo della loro auto e iniziare a viaggiare dove li porta il cuore, su strade secondarie, passando per piccoli paesi o grandi città di molti continenti diversi?

A me capita spesso di pensarlo e mi è capitato di farlo, il primo consiglio che mi sento di dare è di fare questo viaggio in compagnia! In quei momenti condividerete moltissime esperienze con le persone che avrete al vostro fianco e con quelle che conoscerete durante il percorso, esperienze che vi resteranno nel cuore per sempre!

viaggiare-in-auto1

Ci sono due tipologie di viaggio per questo genere di vacanza: all’avventura o pianificando un percorso.

Per chi decide di andare all’avventura consiglio di stabilire almeno l’area geografica che si intende vedere e capire se a grandi linee si riuscirà a arrivare a destinazione; può essere utile fissare un punto di arrivo e farsi un piano di viaggio attendibile (non programmate 800 km a tappa, è devastante e sarà difficile mantenerli!)

Se vi piace il brivido non prenotate nessun hotel o luogo dove dormire, quello di cui avrete bisogno è: una tenda, dei soldi, del cibo e, se volete andare fuori dall’Unione Europea, il passaporto!

Se intendete programmare il viaggio vi consiglio di studiare bene il percorso e le strutture (Hotel o ostelli) che sono presenti nella rotta stabilita. Mi sento di consigliarvi anche di valutare un mezzo di trasporto a noleggio, se intendete visitare zone molto lontane e con poco tempo. Basterà prendere un aereo e noleggiare un auto in aeroporto per il periodo di cui ne vorrete usufruire.

auto

È importante in tutti i casi fare una revisione al mezzo di trasporto che vi accompagnerà per tutto il viaggio (gli imprevisti possono sempre capitare ma è meglio abbassare le probabilità).

 

 

Alcune rotte che posso consigliarvi sono queste:

1.Tour dell’Andalusia;

2.Tour Croazia e est Europa;

3.Sud Germania-foresta nera;

Se avete altre rotte o esperienze da potermi raccontare scrivetemi pure, trovate i miei contatti qui.

Non resta altro che revisionare la macchina, chiudere le valigie e… iniziare a viaggiare!

Ushuaia (Argentina), la città della fine del mondo.

“Baia che penetra a ovest” questo è il significato della parola Ushuaia nel linguaggio indigeno.

Oggi viene definita la città della fine del mondo a causa della sua posizione nella zona della terra del fuoco, essa infatti sorge all’estremità più a sud del continente sud americano, dove l’oceano Pacifico e Atlantico si abbracciano.

657x302

Entrando in questa città si ha fin da subito un senso di calma e pace incredibile. È molto ovattata, sembra quasi silenziata, donando alle persone un senso di isolamento dal resto del mondo.

Qui, affacciandosi sul mare si possono vedere le balene, i pinguini e i leoni di mare, animali assai rari dalle nostre parti e che caratterizzano questo posto immerso nella natura.

Un aspetto interessante legato alla città è quello riguardante i delinquenti che, all’inizio del secolo scorso, venivano mandati dalle prigioni dell’Argentina del Nord al carcere di Ushuia, eretto dagli stessi carcerati, noto per aver ospitato pericolosi banditi e celeri perseguitati politici. Oggi i vecchi edifici del presidio e del carcere sono adibiti ad uffici della base navale, ma si conservano ancora alcuni padiglioni allo stato originale che è possibile visitare cosi come erano prima della chiusura, avvenuta nel 1947.

OLYMPUS DIGITAL CAMERA

E’ il Parque Nacional Tierra del Fuego, però, ad essere il protagonista assoluto tra le attrazioni, ed una visita merita uno o anche più giorni, per poter meglio ammirare la ricca flora e fauna. In Argentina è l’unico parco con coste marine e si trova all’estremo sud ovest dell’Isla Grande, confinando con il Canale di Beagle.

 

In questa incredibile atmosfera ci si sente davvero in un luogo dove il mondo sembra finire, dove la natura è rimasta quasi interamente intatta e ci si può immergere in una vacanza all’insegna della scoperta della natura, pura e incontaminata.

Voi vi spingereste fino a qua? vi piacerebbe?

Non resta altro che chiudere le. valigie e…Iniziare a viaggiare!

Viaggiare in coppia: dove andare e cosa fare.

Spesso si passano le ore e i giorni con il proprio ragazzo o la propria ragazza a cercare un posto carino, non troppo noioso, ma neanche troppo attivo (stile Ibiza).

Per questo voglio parlarvi oggi di alcuni posti che si possono visitare con il proprio partner.

Inizio con il dire che a me piace la tranquillità, ma anche avere la possibilità di fare attività e conoscere le culture del posto. Con queste basi vi scrivo alcuni posti che mi sembrano interessanti da vedere:

Isole Canarie

Tenerife_mare_Acentro-2

Un vero e proprio paradiso terrestre, il posto ideale per chi cerca relax ma allo stesso tempo divertimento con il suo lui o la sua lei.

Queste isole spagnole, ma molto vicine al Marocco sono il posto ideale per chi vuole andare al mare (praticamente tutto l’anno) e fare attività come surf o snorkeling e perché no, farsi una serata in quale locale vicino al mare.

Isole greche

grecia-si-ma-dove-isole-e1438010943909.jpgTogliendo il periodo estivo di Luglio e Agosto, per la ressa di turisti, è molto tranquilla e stupenda per chi piace scoprire, oltre al mare, anche il paesaggio e l’arcipelago greco con escursioni in barca e degustazioni di cibi davvero deliziosi.

Le capitali europee

capitali-europee-da-visitare-elenco-728x344

La classica “fuga d’amore” di 3-4 giorni.

Una scelta che io personalmente faccio sempre perché mi piace molto scoprire le altre culture, perdermi tra le vie e portarmi a casa sempre qualche piccolo souvenir tipico della città visitata.

Viaggio in montagna

Devant les montagnes

Per chi ama lo sport, il trekking in estate e lo sci in inverno, non può mancare la vacanza in montagna. È la classica “settimana bianca” in inverno o la vacanza ricca di escursioni in estate.

Solitamente la si fa se si ama molto fare sport e si ama stare a contatto con la natura. È molto tranquilla ma riserva sempre delle bellissime cose, come paesaggi mozzafiato e conoscenze con altre persone quasi inevitabili in rifugi ad alta quota.

 

Ci sono altre centinaia di viaggi che si possono fare in coppia, ma aspetto un vostro commento con le vostre idee! Voi dove siete stati con il vostro partner?

 

Adesso non resta altro che chiudere la valigia e… Iniziare a viaggiare!!

Viaggiare camminando: dove, quando e come farlo!

Molte volte avrete pensato, magari presi dall’entusiasmo del momento, di pianificare un viaggio in cammino, poi avete abbandonato l’idea per mancanza di tempo.

Oggi voglio parlarvi delle mie esperienze su questo genere di viaggi e su come poterli organizzare.

cammino

È indispensabile prima di tutto fare un piano sulle varie tappe da percorrere, la durata della vacanza, il tipo di territorio che si andrà ad affrontare e il periodo in cui si affronterà il viaggio (la primavera e l’estate sono i migliori momenti).

Per quel che riguarda le tappe da prefissare vi consiglio, se non siete troppo esperti, di farne una ogni 15-18 km su territorio collinare e 13-15 km su un percorso di montagna. I primi giorni vi sembrerà di non potercela fare ma non mollate, è li che dovete continuare a mettere un passo davanti ad un altro e resistere!

Una cosa molto importante da prendere in considerazione è la presenza di punti di ristoro e hotel o ostelli dove far riposare le gambe. Questo vi permetterà di fissare un obiettivo e essere stimolati dal raggiungerlo.

La durata del cammino varia a seconda delle possibilità che avete, tenete presente che, se sono le prime volte che vi cimentate in questo tipo di viaggio sarà sufficiente una settimana.

cammino2

Il tipo di territorio che andrete ad affrontare, studiatelo prima di partire! documentatevi su internet (vi lascio il sito del CAI con molte informazioni sui sentieri d’Italia) e non lasciate niente al caso, è molto importante conoscere cosa si andrà ad affrontare, soprattutto in sentieri di montagna, ci sono zone molto isolate.

Una cosa fondamentale è lo zaino e il suo contenuto, ricordatevi che dovrete portarlo in spalla tutto il giorno! In questo momento apprezzerete le cose davvero importanti e quelle che invece non saranno necessarie, il mio consiglio è di fermarvi intorno ai 10 kg, portando l’essenziale. Se pianificherete bene il vostro cammino vedrete che ci saranno dei punti dove poter lavare le cose e stenderle.

Alcune idee di oggettistica che può contenere uno zaino di un pellegrino sono: 2 cambi di intimo e vestiti, ciabatte, shampoo da viaggio, coltello, corda, cappello (molto importante in periodi estivi), telo multiuso, cartina geografica e utili ma non necessarie, scarpe di ricambio.

cammino1

Per chi è alle prime armi vi lascio alcuni tragitti molto trafficati da pellegrini che magari all’inizio non vi faranno sentire soli e potranno aiutarvi nei momenti di difficoltà:

1.Cammino di Santiago (Sud Francia-Nord Spagna) viene fatto anche in maniera parziale, dipende dal tempo che si ha a disposizione.

2.Via Francigena con arrivo a Roma molti lo fanno anche come ultima parte da Assisi o Bolsena fino a Roma.

3.Cammino di Gerusalemme anche questo viene spesso pianificato in maniera parziale per questioni tempistiche.

Come sempre vi invito a lasciare un commento con le vostre di esperienze o a scrivermi a borselli.f@gmail.com.

Non resta altro da fare che preparare lo zaino e… iniziare a viaggiare!

La foresta nera e i suoi segreti!

La foresta nera si trova nel sud-ovest della Germania, più precisamente nella regione di Baden- Württemberg per circa 150km da Sud a Nord.

Prende il nome dall’infinita quantità di abeti che crescono a quote elevate, fino a un massimo che viene raggiunto sul monte Feldberg (1493 m).

La foresta è un paradiso per gli escursionisti, infatti con i suo 22 mila km da poter percorrere a piedi è una delle zone più battute da persone di tutto il mondo (Itinerari dei percorsi).

foresta1

Camminando in questa bellissima foresta, ci sono molte attrattive e cose interessanti da vedere:

Le miniere d’argento: sono delle vecchie miniere di argento oggi chiuse ma visibili, è molto interessante ed istruttivo, soprattutto se si è in compagnia di bambini.

Gutach: il museo all’aperto delle case tipiche della Foresta Nera con il tetto di paglia.

Todtnau: Bellissima cittadina nel cuore del parco naturale meridionale della foresta nera.

Schluchsee e Titisee: Sono i due incantevoli laghi che si trovano nel cuore della foresta.

La strada degli orologi.

Questo slideshow richiede JavaScript.

La foresta tedesca è il luogo ideale per coloro che voglio farsi un viaggio immersi nella natura e tranquillità, è molto piacevole come vacanza in famiglia o un weekend relax per gli amici, oltre alla classica “vacanza cammino” che molti decidono di intraprendere.

Molto interessante che va oltre al viaggio, sono le leggende sulla foresta nera, vi invito a leggere questo intrigante e divertente articolo (Miti e leggende sulla foresta nera) sulle leggende che si tramandano di decennio in decennio.

foresta7.jpg

Se avete altre esperienze da voler raccontare scrivete pure un commento qua sotto!

Come sempre non resta altro che chiudere le valigie e… Iniziare a viaggiare!

 

Thailandia, un paese tutto da scoprire!

Vedendo una realtà mediterranea come la nostra, quella italiana, spesso si è affascinati da scoprire nuove culture, nuovi paesaggi, completamente diversi dai nostri.

Per questo motivo oggi voglio parlare della Thailandia, un paese del sud-est asiatico, raggiungibile con un volo intercontinentale, molto costoso e che blocca molti di noi dall’intraprendere quest’avventura (date un’occhiata a questo sito fantastico per prenotare voli!). Il tempo di permanenza per effettuare un discreto tour turistico e non perdersi niente è di almeno 1 settimana se si vogliono vedere le principali attrattive e godersi almeno la capitale.

Per chi non sapesse dov’è vi lascio la foto di una mappa:

islands2.jpg

Inizio col parlare della capitale, Bangkok, città dove regnano caos e smog, anche se si possono vedere scene particolari e assaggiare cibi ai più sconosciuti.

L’aeroporto è molto ben collegato alla città, che si può raggiungere con circa un’ora (dipende da dove alloggiate).

Se avete molto tempo a disposizione consiglio di investire il denaro risparmiato in vitto e alloggio per girare la Thailandia. Molto bella è la parte a nord, la zona di Chiang Mai della quale voglio lasciarvi qua sotto una foto meravigliosa.

chiang-mai-top-10

In queste località ci sono mille attività da poter fare, dal trekking sulle montagne al rafting sul fiume, avvicinarti a tigri, elefanti e per coloro a cui piace la cucina, andare al mercato e scoprire i vari prodotti culinari di questa regione.

Per quanto riguarda il sud della regione è obbligatorio spendere due parole per le meravigliose località di mare che vi si trovano, anche se, questo paradiso terrestre, attira moltissimi turisti, quindi vi sembrerà di non essere mai partiti dall’Italia, poiché incontrerete moltissimi compatrioti.

krabi

Vi consiglio di fare un pensiero su questo tipo di viaggio se non avete ancora programmato le vostre vacanze, perché, escluso il viaggio, le spese di soggiorno sono davvero irrisorie (una media di 40 euro al giorno compreso l’alloggio), si riescono a vedere luoghi paradisiaci e assaggiare cibi davvero molto particolari e buoni!

Non resta altro che chiudere la valigia e… iniziare a viaggiare!

Lasciate un commento con la vostra esperienza o un vostro parere sulla Thailandia!